Grimaldi Paolo - Hobby Arte di Putignano Michele

Vai ai contenuti

Menu principale:

Serigrafie

Biografia

Paolo Grimaldi nasce il 20 gennaio 1959 a Trieste. Sotto il segno dell'arte. Il padre infatti è editore di libri d'arte e di preziose monografie dei Grandi Maestri dell'Ecole de Paris (Chagall, Braque, Picasso, Modigliani, Matisse).
Egli porta con sé il giovane Paolo nei suoi viaggi all'estero, negli studi degli artisti e nei musei educando la sua sensibilità all'arte. Inizia così il suo amore per il disegno. Copia Andrea del Sarto, detto Andrea senz'errori per la perfezione dei suoi disegni, il Perugino, per la dolcezza delle sue figure, il Durer nelle sue incisioni. Intanto frequenta alcune stamperie d'arte, dove ha la possibilità di vedere la realizzazione di serigrafie, litografie, acqueforti.In una di queste si ferma a lavorare, nei mesi estivi, affascinato dalle tecniche di stampa. 1977Seguendo l'istinto di libertà comune a molti artisti, abbandona gli studi scientifici e parte per la Spagna. Si ferma prima a Malaga, poi a Marbella. Frequenta gli studi degli artisti spagnoli, ed inizia a fare ritratti su commissione, riambientando però i committenti del Medio Evo. L'idea riscuote successo. Si ferma così per sei mesi, durante i quali inizia lo studio della psicologia della figura.
1978Rientrato in Italia, ultima gli studi scientifici, decidendo di dedicarsi completamente alla pittura. Riprende lo studio delle tecniche pittoriche dell'Arte classica, elabora uno stile personale, approfondisce gli studi del colore.
1981Viaggia in Svezia. Si ferma a Goteborg. Dipinge un ciclo di quadri astratti in bianco-nero-oro.1984 Si trasferisce stabilmente in Umbria, a Foligno. In breve tempo si fa conoscere come ritrattista ed esegue un gran numero di ritratti, ricevendo commissioni private da molte città italiane.1985Prepara la sua prima importante mostra al Palazzo delle Esposizioni di Nizza, che segna il suo esordio ufficiale nell'Arte. Poco dopo partecipa all'ArteExpo al Coliseum di New York.1986Espone nel mese di marzo all'XI Fiera internazionale d'Arte di Bari, in aprile all'International Art Fair di New York, e, sempre in aprile, all'Arco, Arte Contemporanea di Madrid. In settembre esegue, su commissione, il Manifesto della Quintana di Foligno.1987Gira per città medioevali, traccia i percorsi ideali d'arte di Pinturicchio, Piero della Francesca, Giotto, dei Lorenzetti e, unendoli ai luoghi del loro passaggio, elabora alcune composizioni architettoniche dove memoria e sogno convivono con la realtà e l'apparenza Da questo momento in poi dipingerà esclusivamente monumenti ed edifici dell'onirico, che chiamerà "Borghi Onirici". Studia una personale tecnica pittorica utilizzando come supporto la tavola su cui stende impasti matricidi polvere di marmo e stucco. Come colore usa la tempera, che prepara da sé, e l'olio, utilizza la foglia d'oro e d'argento, seguendo la tecnica della doratura in uso nel Trecento, la cera come finitura finale.1988Presenta i suoi "Borghi Onirici" allo Jacob Yavits Convention Center di New York e all'ArtExpo Cal, Fiera Internazionale d'Arte contemporanea di Los Angeles.1991Riceve l'incarico di dipingere, insieme a Ugo Nespolo, il Palio della Quintana di Foligno, già dipinto nelle precedenti edizioni da Pietro Annigoni, Salvatore Fiume, Gianni Dova, Ernesto Treccani, Ennio Calabria, Piero Dorazio.1993Viaggia in Sud America. Al suo ritorno si dedica per alcuni mesi esclusivamente al disegno. Una nuova atmosfera di spiritualità pervade i suoi quadri. Esili lune a falce, chiarori d' atmosfera che prospettano la notte o l' alba, costellazioni luminose e moti ondosi irrompono negli spazi urbani. La luce diventa magica, metafisica.1994 Apre un nuovo studio a Spello, perla medioevale frequentata da personaggi della cultura e dello spettacolo, uno studio-galleria ad Assisi, e uno studio estivo a Pescocostanzo, vicino al Parco Nazionale de Abruzzi.1996Presenta gli ultimi lavori alla Galleria Stamperia dell' Arancio di Grottammare (AP),con la quale inizierà una durevole collaborazione, espone alla Galleria Perna di Milano e di Foligno, tiene un' ampia mostra dal " I Muri del Tempo " alla Galleria Rettori Tribbio 2 di Trieste.1997 Nel mese di gennaio è presente all' Arte Fiera di Bologna, Galleria Granelli, Livorno; in febbraio partecilalla Fiera d' Arte Contemporanea " Strasbourg Art " a Strasburgo, Galleria 1' Ariete di Bologna, e alla Ras d' Arte Grafica, Galleria Rettori Tribbio 2, Trieste; in marzo espone il ciclo " Mistero d' una quiete inquieta alla Galleria L' Incontro, Cosenza.1998 Con la Galleria L' Ariete di Bologna è presente in febbraio alla Fiera d' Arte Contemporanea, Strasbour a Strasburgo; in maggio all' Expo Arte di Barcellona; in ottobre all' Art Multiple di Dusseldorf. Collabora con la Albemarle Gallery di Londra. In settembre i suoi Paesaggi Fantasmagorici sono esposti alla Galleria Rettori Tribbio 2, Trieste. In dicembre inaugura una grande mostra dal titolo "Ascesi" alla Galleria La Mimosa, Piceno.1999 Espone all'Arte Fiera di Bologna, Galleria La Mimosa; in aprile è presente alla rassegna "Invito al Collezionismo" Galleria Rettori Tribbio 2; in maggio presenta i suoi ultimi lavori alla Fiera d' Arte Contemporanea di Carrara, Casa d' Arte S. Lorenzo; in Ottobre partecipa all'Expo Arte di Montichiari (BS), è presente con una personale alla Fiera d'Arte di Padova, Galleria La Mimosa; in novembre partecipa a VicenzArte, Vicenza, Casa c S. Lorenzo; in Dicembre sarà presentato alla Fiera d'Arte di Bari, Galleria La Mimosa.


SERIGRAFIE

 
Torna ai contenuti | Torna al menu